TESI DI LAUREA SULL’OSTRACISMO



Pubblichiamo integralmente una mail ricevuta oggi da un ex anziano TdG, oggi inattivo.

Si tratta di una tesi di psicologia sull’ostracismo nelle comunità JW.

Abbiamo già parlato spesso di questo argomento nel blog, ma un documento del genere ci sembra degno di essere pubblicato e condiviso.

Certamente sarà ancora più utile a quei TdG ancora attivi che spulciano di tanto in tanto il blog. Un ulteriore spunto di riflessione su una pratica crudele e perversa, una tortura morale deplorevole della quale auspichiamo la fine al più presto.

Un abbraccio 

Eliseo

P.s. il link fornitoci su SCRIBD non sembrava funzionare, quindi abbiamo inserito il PDF su docdroid

__________


Gentili Responsabili e Autori,

sono stato un Testimone di Geova per circa 20 anni, ricoprendo alcuni incarichi di responsabilità (tra cui anziano di congregazione, sorvegliante del servizio, oratore di assemblea, e così via).

Sono inattivo da qualche anno.

In data 13 luglio 2020 ho conseguito la laurea in Psicologia, discutendo una tesi dal tema: L’ostracismo nelle comunità dei Testimoni di Geova in Italia.

Si tratta di una tesi empirica in cui ho intervistato (a mezzo intervista semi-strutturata) un campione eterogeneo di dieci persone (dai 26 ai 57 anni, di 6 diverse regioni d’Italia) che hanno subito l’ostracismo dalla comunità dei Testimoni di Geova. Le aree indagate sono state: effetti sulla vita sociale dell’individuo, conseguenze emotive, eventuali conseguenze economiche e strategie di coping.

Ho cercato di intervistare anche Testimoni di Geova che erano stati disassociati ma che poi sono stati riassociati. Nessuno di loro ha voluto partecipare alla ricerca. Conosciamo bene le dinamiche della comunità che spingono questi individui a certe posizioni.

Poiché vi occupate di informazione trasparente sui Testimoni di Geova, ho pensato che per i vostri lettori sarebbe stato interessante dare un’occhiata alla ricerca e ai suoi risultati. In realtà spero che anche diversi Testimoni di Geova attivi possano leggerla, in quanto lavoro scientifico.

Sto inviando questa mail a diversi blog tematici, poi ciascuno deciderà cosa farne.

Vi allego il link SCRIBD da cui è possibile leggere o scaricare il PDF della tesi.

Potete farne l’uso che volete. Potete usare anche questa mail come presentazione. Non ho nessun problema nell’utilizzo del mio nome e cognome ,anche perché riportati nella prima pagina dell’elaborato di tesi.

Un cordiale saluto,

Rocco Masiello.

Commenti

  1. Tommaso
    Mi congraturo con te Rocco per la laurea conseguita in psicologia 👍

    RispondiElimina
  2. Bravo Rocco, complimenti per l'ottima tesi, sono stati espressi bene i temi dell'ostracismo e le sue conseguenze. Purtroppo questa pratica è utilizzata da molti gruppi religiosi e non è esclusiva solo dei TdG. E' un uso vecchio come il mondo, da quanto si può capire dalle affermazioni dell'apostolo Paolo nelle lettere a lui attribuite, anche lui promuoveva questa pratica nelle chiese primitive nei confronti di chi non si conformava alle sue dottrine. Nelle aziende questa pratica si definisce mobbing.
    Sarebbe bello che questa tesi la leggessero chi ha l'autorità di fare qualcosa nei confronti di quelle organizzazioni che utilizzano l'ostracismo come forma di persecuzione nei confronti di altri esseri umani. Ma questa è un'altra storia.

    RispondiElimina
  3. Non so che pretesa di "scientificità" possa avere un lavoro basato su un campione di 10 (dieci) intervistati. Un po' come se io pretendessi di avere informazioni sulla mia città intervistando il mio condominio...
    Non lo leggeró
    Ilvagabondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella presa di posizione caro @Anonimo,scelta intelligente la tua,molto consapevole aggiungerei,tranquillo che l ostracismo non esiste,come quando intervistano l addetto stampa dei tdg dove risponde "no ma i rapporti famigliari rimangono INVARIATI,solo quelli spirituali vengono limitati"
      Puoi anche fare lo struzzo sai ma non serve a molto

      Elimina
    2. Miamei & Company21 luglio 2020 02:43

      @ il Vagabondo, ma cosa fai ?
      Fai "il Vagabondo " di blog in blog comportandoti da "cattivo esempio" , e riuscendo a mettere a nudo la vera personalita di chi ti manda?
      I tuoi interventi non fanno altro che confermare e indicare quali sono le argomentazioni che bruciano ai vertici della CCTDG/WTS, contribuendo a far scoprire i punti suscettibili del tuo Padrone
      CD -TDG .
      Qui , in questo e altri blog l'intelligenza intellettuale e una onesta coscienza ti ha messo a dura prova?
      E, tu imperterrito ostinatamente continui a smontarti da solo! Aspettiamo un tuo pronto intervento per comprendere la tua perseveranza fin dove è capace di arrivare, ma non ti temiamo!
      Forse anche i tuoi interventi sono utili alla causa .
      (il lettore valuta e usa discernimento.)
      Ciao Vagabondo!

      Elimina
    3. e fu' cosi che l ispettore derrik capi che Anonimo non era altro che cattivo esempio mascherato

      Elimina
    4. @Miamei e company penso che ormai qui non temiamo piu nessuno,e lo dico senza senso di superiorità,ma quando uno capisce l inganno è inutile che il portavoce di turno (anonimo o cattivo esempio che sia) cerchi di distogliere l attenzione da tematiche fondamentali,quali ostracismo dissociazione ecc ecc,sembra quasi che ogni tanto qualche tdg fanatico tenti di intervenire in questi blog per far tornare le pecorelle smarrite all ovile (macello),ma qui si è svegli ormai,alle balle non crediamo piu,bye bye sorveglianti e anziani in incognito,perchè di questo si tratta

      Elimina
    5. Daniele Cervia22 luglio 2020 02:10

      @GogdiMagog. Il timore reverenziale ha fatto posto prima alla rabbia ora alla assoluta indifferenza e direi pure pietà umana per simili burattini che inconsapevolmente, (ma io direi CONSAPEVOLMENTE) si prestano al gioco di questa azienda multilevel. Credo che se hanno voglia di intervenire qui, è non tanto per redarguire le pecorelle smarrite, perchè se cosi fosse userebbero altri termini piu persuasivi, ma in fondo in fondo stanno predicando a loro stessi, in un opera di autoconvincimento di essere ancora dalla parte giusta e che non hanno sprecato la loro vita. Da parte mia ho accantonato questa esperienza, devo dire che ha riempito un vuoto della mia vita per un certo periodo di tempo, ma ora direi che bisogna fare posto a cose piu concrete e sicuramente piu spirituali che non vuol dire ricadere in una religione organizzata, ma essere consapevole di chi sei e di come ti rapporti con gli altri e con il mondo in generale senza contrapposizioni violente come ci aveva abituato la wts.

      Elimina
    6. @Il vagabondo,
      1) La WTBTS/JW.org dei TdG , propagandandosi usa vanagloriarsi, raccontando esperienze taroccate (ritoccare , mezze verita , false).
      2) Secondo la regola WTBTS dei TdG per
      confermare un'accusa ci vogliono 2 testimoni oculari, firmando quanto raccontato e portando prove oggettive. (Metodo usato all'interno della CCTDG nel caso si tratta di accuse nei confronti di TdG protetti, oppure usato per difendersi da false accuse).

      • Le esperienze trascritte nella tesi di laurea del Dottor Rocco Masiello sono "10" e quindi più di
      " 2 ";
      e possono essere convalidate da altre testimonianze di persone che hanno vissuto simili esperienze nell'org. / ass. dei TdG , (basta farsi un giro sul web).
      Per prove oggettive possono anche bastare il libro "Pascete"
      ( KS ) in uso per i soli Anziani n., pubblicazioni WTS, sito e video JW.org .
      Inoltre le 10 testimonianze riportate nella tesi sono state firmate dal testimone per convalidare l'attendibilità .

      #Caro Ilvagabondo cosa c'è da contestare nella validità delle 10 testimonianze riportate nella tesi ?
      Non penso fosse stato didattico scrivere una tesi di laurea con migliaia di testimonianze che alla fine raccontavano più o meno le stesse dinamiche.
      Hai detto che sei preparato in scienze economiche, ma mi deludi se non riesci a distinguete la validità del valore quantitatistico di 10 unità su 2 unità.

      Elimina
  4. Rocco Masiello20 luglio 2020 23:02

    Buongiorno

    Grazie per aver pubblicato

    Ho letto i commenti perciò mi piacerebbe fare personalmente un paio di precisazioni, per chiarire un paio di dubbi:

    1. VALIDITÀ SCIENTIFICA. È un fatto che sfugge persino ad alcuni addetti ai lavori. Esiste una differenza sostanziale tra ricerca qualitativa e ricerca quantitativa. La mia appartiene alla prima categoria. A chi non ha avuto neanche l’accortezza di leggere la tesi prima di profondere giudizi, consiglio se non altro di leggere la differenza tra i due tipi di approccio a questo link: https://www.iff-international.com/it/2017/10/differenza-tra-ricerca-quantitativa-e-qualitativa/ Quanto alla mia tesi non ha mai preteso di essere un lavoro esaustivo, ma fornisce una visione chiara dei meccanismi alla base della pratica dell’ostracismo e delle conseguenze per le vittime. Le interviste mirano ad indagare in modo qualitativo le aree indicate e non a raccogliere enormi moli di dati statistici (per quello occorre una ricerca quantitativa).

    2. NOME E COGNOME. Non ho alcun problema ad usare il mio nome e cognome (anche perché scritti sul frontespizio della tesi) né avrei problemi con un’eventuale disassociazione. Certo, sarebbe tra il comico e il ridicolo essere disassociato per una ricerca scientifica, ma di cose ridicole ne accadono tante.

    Un caro saluto

    Rocco Masiello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rocco,
      grazie per aver diffuso la tua tesi.
      Da quanto scrivi comprendo che non sei stato disassociato.
      Non scrivo per criticare ma per pura curiosità:
      essendo stato tu stesso un nominato saprai sicuramente che quanto hai esposto nel tuo elaborato è sufficiente per venire espulso.
      Condivido con te che un' eventuale disassociazione sarebbe "comica e ridicola", ma nell'universo TdG sarebbe normale amministrazione di un caso d'apostasia, per giunta più facilmente attuabile rispetto ad altri casi.

      Quindi chiedo:
      La tua è stata una scelta?
      Hai pianificato la cosa con il fine di far leggere la tesi ai tuoi anziani?
      Oppure hai ancora il desiderio di non subire lo stato ostracizzante in oggetto, ma l' interesse d'informare il prossimo ti ha spinto a diffondere la tua ricerca firmandola?

      Ripeto, pura curiosità.
      Trovo interessante leggere esperienze di persone che pianificano la propria uscita.

      Grazie,
      Truman


      Elimina
  5. @Al caro amico Dott. Rocco Masiello, auguri per il conseguimento della laurea e l’ottimo lavoro di valenza sociale della esplicativa tesi. Complimenti anche per gli altri obiettivi di vita che stai raggiungendo nella vita, attività che se saresti rimasto nell’organizzazione dei TdG di sarebbero stati preclusi.
    Complimenti anche ai tuoi genitori che hanno contribuito alla tua formazione per realizzare i tuoi obiettivi. Queste sono le gioie della vita!

    RispondiElimina
  6. Caro Rocco,
    Vero che 10 interviste sono poche, ma chi ha un vissuto dentro l'organizzazione sa bene come funziona. L'ostracismo viene proposto come provvedimento amorevole per far tornare il peccatore penitente a Geova, ma in realtà è un ricatto che al massimo crea cristiani di facciata per paura di perdere il proprio tessuto sociale, famiglia compresa.
    Purtroppo finché si è inglobati nel sistema si è convinti che sia giusto così, che le direttive siano frutto di accurata interpretazione del testo biblico e si è vittime e carnefici al tempo stesso.

    RispondiElimina
  7. Caro @gogdimagog e caro @miamei
    Dal tenore dei vs commenti deduco di aver toccato un Vs nervo scoperto e me ne duole. Ma il mio appunto era riferito esclusivamente alla "scientificità" dell opera.
    Ringrazio invece il Dott. Rocco per avermi edotto in merito alla ricerca qualitativa (la mia formazione di tipo economico/statistico mi aveva condotto in errore).
    Per quanto riguarda i contenuti, mi dispiace Dott Rocco, ma credo che non leggeró comunque il suo lavoro; non perché lo consideri materiale apostata o altro, ma semplicemente perché non mi interessa.
    Conosco tanti disassociati (alcuni sono rientrati, altri no) e so quali sono gli effetti sulla vita sociale e le relative conseguenze.
    Buona serata.
    Ilvagabondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perdonami @Anonimo ma continuo a non capire,sai e conosci i danni dell ostracismo ma no niente,non leggi perche non ti interessa,speriamo che il tuo atteggiamente non rispecchi quello dei governi dove anche loro sono a conoscenza del problema ma non fanno nulla perche se ne fregano,perdonami ma questo vuol dire fare lo struzzo,conosco tanti tdg incalliti attivi che risponderebbero come te.
      Saluti

      Elimina
    2. e per chi,come @Anonimo non frega niente dell ostracismo vi comunico che è approdata finalmente in parlamento la proposta di legge,ora sono cazzi amari per chi,spinto da una setta abusante americana,ostracizzerà i propri famigliari,diventerà reato penale con tanto di anni di carcere,si prevedono abbandoni di massa dalla wt?date un occhiata


      https://www.camera.it/leg18/126?tab=2&leg=18&idDocumento=2592&sede=&tipo=&fbclid=IwAR1vBgfF4-7LAOZqVAdkNtB9NUnJ_HS3BdSBW6_XCYz9ei8PRF1bvaeb1L0

      Elimina
    3. Miamei & Company22 luglio 2020 00:44

      Caro @Ilvagabondo , 1) il mio commento non è dovuto a un nervo scoperto , ma erano semplicemente conclusioni fondati su un'analisi logica dei fatti.
      Perche qui siamo liberi di esprimerci con rispetto senza il timore di subire ritorsioni e ricatti morali se non ci allineamo ai pensieri altrui , diversamente da come usa agire il sistema wts , di cui le tue similari affermazioni ne hanno dato atto.
      2) Se per tua ammissione: "per quanto riguarda i contenuti riportati nel lavoro (letterario) del Dottor Rocco Masiello non hai intenzione di leggere semplicemente perché non ti interessa ", dimostra che hai fatto tue considerazioni
      pregiudizievoli su un lavoro letterario (tesi di laurea) che non hai letto e non hai intenzione di leggere.
      Ma, per fare delle affermazioni critiche su un testo letterario si deve prima leggere, studiare,
      analizzare il contenuto, fare ricerche incrociate e solo dopo obiettivamente si possono fare considerazioni critiche sul testo.

      Caro "Ilvagabondo" se il "soggetto" del post non ti interessa, non comprendo il motivo del tuo intervento nel blog.
      Da come ti poni, evince una prevenuta programmata chiusura mentale, atrofizzata e povera di contenuti concreti, alle tematiche trattate in questo blog.
      Ti auguro buona apertura mentale anche se quel giorno sarà doloroso ammettere la realtà dei fatti.
      Ma prima è, e, meglio è!

      Elimina

  8. Ho letto la Tesi Rocco, e mi è piaciuta, non si perde in lunghe disquisizioni che potrebbero far passare la voglia di leggere, ma mantiene un giusto equilibrio tra sintesi e corretta informazione. L'unico argomento sul quale in qualità di lettore avrei gradito maggiore risalto (trattando di psicologia) è il tema del ricatto morale, sentito in particolar modo dalla intervistata Tania. Anche se giuridicamente non è un reato, non lo si può certo definire una
    manifestazione d'amore, come cercano disperatamente di far apparire i convinti TdG.
    In realtà il ricatto in ogni sua forma è un atto vile e ignobile che da sempre ha accompagnato la meschinità umana. La terapista Susan Forward spiega che:
    "Comunque venga espresso il ricatto, il messaggio sottostante è chiaro ed è: se non mi darai quello che voglio te la farò pagare . Si tratta sicuramente di un messaggio che intristisce la vita, in quanto sovente genera paura, senso di colpa, ansia e ci spinge a muoverci in una direzione che non è esattamente quella che vorremmo o quella più vicina ai nostri profondi desideri."
    Come prima conseguenza ci si ritrova con dei credenti che sono obbligati a manifestare una religiosità fasulla, dato che a causa del ricatto modificano momentaneamente il loro comportamento e solo in apparenza, senza produrre un vero cambiamento o lo sviluppo di una duratura e personale motivazione interiore. Eppure la dirigenza del CD dovrebbe saperlo, visto che hanno messo nero su bianco quanto segue: w94 1/1 p. 17
    "i servitori di Geova non vanno a predicare sotto la spinta di un ricatto morale. Non è questo il modo in cui Geova invita le persone ad adorarlo, né è il modo in cui le invita suo Figlio."
    La mia conclusione è che loro invece hanno altri interessi.
    Io sinceramente da coloro che si professano cristiani e addirittura "canale di Dio" mi aspetterei un maggior attaccamento ai valori cristiani. Invece di punire, perchè non applicare il principio di Romani 12:21 ?
    --Non farti vincere dal male, ma continua a vincere il male con il bene.--
    Eh già dirà qualcuno, ma come si fa con gli oppositori e gli apostati?
    Ci aveva già pensato Gesù in Luca 6:7 (e Mt 5:44)
    --continuate ad amare i vostri nemici, a fare il bene a quelli che vi odiano--
    Ma quelli, appunto, erano cristiani, non una società editoriale/immobiliare.

    RispondiElimina

  9. La tesi di Rocco è sicuramente stata supervisionata dal prof Tancredi Pascucci, penso che il prof nella sua visione del soggetto abbia suggerito una stesura soft, conoscendo Rocco che è molto accurato e preciso nei suoi post ritengo che sia stato "frenato" ... comunque resta un'eccellente tesi.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Voglio intervenire sulla coraggiosa pubblicazione di questa tesi di laurea.
    grazie ad Eliseo che la ha pubblicata e grazie a Rocco Masiello che ha reso questo favore al nostro Blog.
    Noto con piacere che la'Autore della tesi ha preceduto la Redazione nel specificare la caratteristica della tesi, empirica, qualitativa. Chi non è aduso a questi termini nel campo delle pubblicazioni scientifiche cade facilmente nel tranello, come vi sono caduti alcuni dei nostri lettori.
    Ma mi domando con una stretta allo stomaco: è possibile che vi sia qualcuno che neghi un fatto oggettivo come l'ostracismo (shunning) tra i Testimoni di geova?
    E' possibile piegare la realtà sino al punto di essere disposti a negare (a se stessi) ciò che nemmeno la WTS ufficialmente nega?
    Insomma l'ostracismo tra i TdG è "sensoriale" e negare la sensorialità è patologia.
    Piuttosto mi aspetto razionalizzazioni, pseudo spiegazioni, arrampicate di illogicità sugli specchi della realtà, ma negazione tout court?
    Mi diverte che i cosiddetti Apostati vengono tacciati di malattia mentale, ma essi negano dottrine, la Bibbia se volete, ma non la REALTA'.
    Quindi chi negasse che una delle pratiche attuate oggigiorno tra i TdG a livello generale e imposta dal vertice è l'ostracismo per tutti coloro che sono fuoriusciti (disassociati, dissociati, compresi gli inattivi) come dovrebbe essere considerato psichiatricamente?
    Si arriva all'estremo che la WTS nel suo sito mente sulle FAQ in merito alle disassociazioni ma lascia il link della pseudo vittoria davanti la Corte Suprema Canadese in modo tale che l'attento (boh?) Tdg Zelante può sentire l'arringa dell'avvocato della WTS che mente davanti ai giudici della Corte in puro stile watchtoweriano. I vertici mentono, e va bene è nel loro diritto, ma voi che qui commentate credete a quelle menzogne che credo sia peggio...
    Corrado
    PS Consiglierei la prova definitiva a chi non crede all'ostracismo: si faccia disassociare o si dissoci, così per prova e poi si fermi all'adunanza a chiaccherare amabilmente... poi mi sappia dire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo corrado,i tdg sono tutto e il contrario di tutto,ma i peggiori,e qui lasciatemelo dire,sono quelli che ignorantemente e stupidamente credono sia un provvedimento amorevole e pure divino!!!!!
      Esatto Corrado,che qualcuno si dossoci spontaneamente e poi vediamo gli affetti e le conoscenze come rimangono stabili eh?!brutti mentecatti
      Preparatevi e seriamente perche è solo questione di tempo prima che la zappa vi cada sui piedi,per come si stanno mettendo le cose preparatevi

      Elimina
    2. Sono praticamente nato nella'verità' quindi abituato già da piccolo a evitare disassociati , trasfusioni etc...NON me ne rendevo conto e pensavo di fare la cosa giusta....Risveglio da adulto e relativi sensi di colpa x avere involontariamente ostracizzato innocenti

      Elimina
  12. Forse qualcuno non capisce perché non ha provato il problema , Io sono un inattivo da quando mia figlia a cominciato ad andare all'università erano tutti contro addirittura anziani mi dicevano che non dovevo mandare la figlia all'università, altri cosa incredibile che poteva ma dopo laureata doveva mettersi alla disposizione della società . Io non ho ascoltato nessuno ed adesso mia figlia è laureata sono molto contento, ma io e mia moglie non vogliamo più sapere nulla di questa religione che ti impone cosa devi fare o non fare. Pure la figlia ha capito ed ora è inattiva pure lei. Loro pensano solo che devi andare a predicare e nulla più nemmeno a lavorare incoraggiano a fare part time e vogliono soldi per la società non dico più nulla perché ne avrei da dire ma mi limito . Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Deluso non so se ne sei al corrente ma da statuto dell associazione dopo 6 mesi/1 anno di inattivita il titolo di socio decade e non appartieni piu all CCDTDG e quindi,da statuto,non sei piu soggetto all ostracismo e se,nel caso gli anziani facciano il pubblico annuncio (non vedono l ora) sei in diritto di denunciarli,te lo dico a titolo informativo.
      Ma la cosa bella è che li dentro (anche io lo facevo stupidamente) ci chiamavamo tutti fratelli e sorelle,in realtà eravamo solo soci aderenti di una qualunque associazione,settaria in piu aggiungo!
      Robe da pazzi!

      Elimina
    2. Grazie Gog di magog non sapevo che decadesse dopo un anno ,quello che se dovessero fare l'annuncio si anche perché noi non abbiamo dato il consenso dei dati comunque grazie

      Elimina
    3. @deluso ma come direbbe qualcuno (CO? Anziano?) nessuno ha puntato la pistola per fare delle scelte....
      Vero ma se mi dai informazioni in ingresso sbagliate, come il 607, se mi tiri dentro con una attenzione maniacale, prima del mio battesimo .. che poi via via scema, anche in virtù di certe scottature, il condizionamento è dimostrabile.
      A questo aggiungi che una volta battezzato, sarai cmq fortemente "consigliato" pena la perdita di privilegi, o sarai tacciato di essere un cattivo esempio e quindi evitato... o peggio ancora cacciato per apostasia, se solo fai domande

      Arturo

      Elimina
  13. Non ho ancora letto la tesi ma sono cmq d'accordo perche' solo chi non vuol capire non capisce o non vuol capire.......come famiglia ci siamo svegliati dopo 30 anni ...molte cose non le ho mai digerite ma mi dicevo che forse non le capivo, finalmente poi siamo riusciti a non tollerare piu' certe interpretazioni ed imposizioni criticate ad altre religioni........Cmq dico sempre: se chi e' dentro si trova Bene , ci resti, ma se altri vogliono uscire non devono assolutamente far passare il loro ostracismo x volonta' divina ...la parte umana di ogni religione rovina sempre la figura di chi pretendono di rappresentare e questi hanno superato ogni limite........

    RispondiElimina
  14. Cavaliere oscuro22 luglio 2020 10:22

    Ho letto la tesi e innanzitutto mi complimento per la laurea. La tesi è scritta bene ed anche se prende solo 10 persone a campione risulta credibile poiché se avesse intervistato 1000 persone il risultato sarebbe lo stesso solo con la differenza che la tesi sarebbe stata di difficile se non noiosa lettura. Dico questo perché da inattivo e avendo servito come anziano mandato a servire in congregazioni per oltre 10 anni conosco bene i meccanismi interni. Sarebbe interessante scrivere uno studio sull'incostituzionalità per non dire altro dei comitati giudiziari. Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miamei & Company24 luglio 2020 04:26

      Come evitare di subire un comitato giudiziario all'interno dell'org./ass. dei TdG /WTS ? Come evitare l'abuso di potere di dover sottostare a un comitato giudiziario incostituzionale da Anziani n., persone che non hanno alcun titolo legislativo per procedere in tal senso (modus operandi non previsti dalla legge) in uno Stato di Diritto, e senza alcune competenze,
      e procedure a difesa del malcapitato adepta?
      Anche se "disassociato" o espulso in contumacia , per l'adepta è una grande soddisfazione non aver permesso a Anziani n. di abusare impropriamente di una pretesa autorità, procurandogli traumi esistenziali.

      Perche ci si reca in un luogo di culto religioso? Si presume che in un luogo di culto religioso ci si reca per poter in tutta tranquillità avere un raccoglimento spirituale con una entità spirituale, e condividere con il prossimo una associazione a dir poco di educazione e buon senso civile nel rispetto per i diritti e doveri comuni senza intromissioni e condizionamenti altrui imposti nella vita privata , al fine di ricevere un appagamento di pace e serenità.
      Chi frequenta la CCTDG/WTBTS può affermare con tutta onestà di ricevere tale appagamento spirituale e serenità psico - fisica?
      Un adepta TdG puo affermare obiettivamente di non vivere sotto stress emotivo per il timore di sbagliare
      qualche
      regola del
      DIO /CD/WTS per non essere inquisito dagli Anziani n.,
      o peggio subire un comitato giudiziario interno?

      E questo sarebbe il paradiso spirituale che il Corpo Direttivo TDG /WTS promette di dare a chi entra far parte nella loro org./ass?
      Io la chiamerei piuttosto un inferno psico -spirituale!

      Elimina
    2. Daniele Cervia24 luglio 2020 23:47

      @miamei Incornicio il tuo intervento. Hai fatto una analisi perfetta e hai evidenziato una faccia della situazione che non era mai stata messa a fuoco in maniera cosi limpida. Il diritto di vivere la propria spiritualità e il proprio rapporto con dio in maniera libera e personale. Una associazione dovrebbe aiutarti in tal senso, non coercizzarti e annullarti. Complimenti davvero!

      Elimina
  15. Fenomenale , veramente fenomenale . Premesso che i commenti dei lettori "pro Watchtower" non dovrebbero nemmeno esserci visto che questo sito è espressamente citato dalle circolari WTS come pericoloso e dunque da evitare per i testimoni fedeli alle direttive , noto che non si esita a mettere in campo la propria "formazione" per giustificare un errore di giudizio . Bastava dire : " Ignoravo la differenza". Solo che non ci si vuol sentire da meno , ed allora si parla di propria formazione ,cioè i propri studi , palesemente scoraggiati dai signori del Corpo direttivo. Comunque sarebbe interessante indagare approfonditamente sulla scientificità delle pubblicazioni WTS . Tanto per citare un argomento a caso: il famoso 607 a.E.V..
    In quanto al fatto , strettamente personale, se Rocco voglia o meno farsi disassociare con la pubblicazione della sua tesi , ebbene saranno affari suoi, o no? E poi lo sappiamo bene che , come al sottoscritto è successo, basta farsi crescere la barba e fare un po' di domande scomode per essere subito isolati e bollati. Non prendiamoci in giro per favore.
    In quanto ai nervi scoperti mi sa che ce li ha altrettanto chi è rimasto dentro .
    Marco B.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei parenti tdG fino a quando frequentavano le adunanze avevano sempre i nervi a fior di pelle, da quando hanno chiuso le Sale del Regno JW.org. rimasti ancora confinati in casa a Zoommare con la confraternita, li vedo con i nervi anche troppo rilassati , addirittura in ipnosi ad aspettare un cavaliere su un cavallo bianco con il mantello rosso, che dopo aver distrutto l'umanità disubbediente al Corpo direttivo dei testimoni di Geova, li libera dal confinamento per ereditare
      la terra trasformata in un paradiso.
      Ma, sarà vero?
      Sti TdG o troppo sressati o troppo imbambolati , il reale equilibrio vitae non lo conoscono. .

      Elimina
    2. ahahahhaha ah quindi la barba è indice di una persona come dicono loro "debole spiritualmente?",ma quand è che sta gente la chiuderanno in psichiatria???

      Elimina
    3. bello poi quando si sentono quelle storie dove il figlio maggiorenne non puo sedersi a tavola e non puo stare con i propri genitori,causa abbandono del culto,facendolo passare agli altri come sgarro verso dio.
      Ma quale sgarro?!lo hanno capito anche i polli che questa è una setta americana,psicosetta aggiungo,si cerca di far leva sulle emozioni e sui sensi di colpa della persona che si dissocia liberamente,alla fine questa persona finisce per sentirsi colpevole lei stessa,ve lo dico perche questi argomenti sono stati l oggetto della mia tesi di laurea anni or sono in psicologia,percio caro CD potete cercare nel 2020 di far fessi i polli ma non noi,noi ci occuperemo di far ragionare sempre piu persone che si approcciano a questo e altri blog.
      Mi viene da sorridere e piangere allo stesso tempo quando si sentono i discorsi su come educare i figli,e qui mi si rizzano i peli,"geeeeeeeoooova vuole che ogni genitore educhi i propri figli SECONDO LE NORME BIBLICHE",nooooooo,sbagliato,non secondo le norme bibliche ma secondo tutte quelle dottrine strampalate che non stanno ne in cielo ne in terra messe su da quei poveri 8,lo hanno capito tutti che l ostracismo serve solo come ricatto morale per tenerti dentro,come fanno in scientology e in tante altre sette,pensate di farci fessi?che mi risponda qualche nominato o anziano o sorvegliante se ne ha il coraggio

      Elimina
    4. Daniele Cervia23 luglio 2020 06:43

      Come non ricordare l orrido video della madre che guarda il telefono vedendo la chiamata della figlia disassociata e nel PRIMO VIDEO mandato alla assemblea, il viso della madre era sostenuto e lanciò il telefono sul tavolo con aria di stizza. me lo ricordo molto bene perchè fu per me sconvolgente e ancora non avevo realizzato bene la cosa. Successivamente quando venne riproposto in sala, il video magicamente venne edulcorato. il viso della madre era compassionevole, ripose il telefono ma aveva l animo di chi era diviso nei sentimenti ma ovviamente sceglieva la "LEALTA'" A GEOVA!.. cmq ringrazio quel bellissimo video perchè comincio a farmi riflettere e sono sicuro anche tanti altri.

      Elimina
  16. Grazie Eliseo per aver pubblicato la tesi del neo Dott. Masiello.
    Letta d'un fiato e spero, come da conclusione della tesi, che questa serva per una riflessione sia da parte dell'opinione pubblica che da parte degli organi competenti che permetto il perpetuarsi di questi omicidi sociali a cui tutti noi siamo, nel presente o nel passato, soggetti.

    Ancora complimenti all'autore della tesi.

    RispondiElimina
  17. Bravo Rocco per avere illustrato la tesi .Posso aggiungere che quando dice che di solito i comitati giudiziari sono formati da tre anziani zelanti nell'applicare le regole della WTS e CD . Ma tantissime volte si inserisce in questi comitati giudiziari il CO . che dopo avere fatto alcune sue sommarie ricerche , Di fronte al malcapitato sotto torchio ,Tira fuori da un blocco notes una marea di false accuse , e questo aggrava notevolmente l'umore per la disassocciazione . e le conseguenze dell'ostracismo familiare che non sanno nulla di come viene svolto l'interrogatorio di questi uomini ,specialmente nei confronti di una donna , che viene umiliata con domande che neanche un genitore si permetterebbe di fare a una figlia. Rocco lo solo letta la tesi non sono riuscito a stamparla eccetto una ,Grazie

    RispondiElimina
  18. Caro Rocco Masiello, complimenti per il traguardo raggiunto, bella la tesi!!! Che siano dieci o mille gli intervistati non cambia, noi un tempo testimoni sappiamo benissimo che purtroppo funziona così, da ex anziano ricordo ancora le visite pastorali fatte a chi stava indebitamente con gli espulsi.

    RispondiElimina
  19. Rocco Masiello24 luglio 2020 02:32

    Buongiorno

    Ammetto di non riuscire a leggere tutto quello viene scritto sui vari siti e blog, perciò mi scuso se non riesco ad essere puntuale nel rispondere.

    Rispondo ad un paio di curiosità sollevate nei commenti.

    Qualcuno ha fatto notare che sarebbe stato interessante intervistare più “apostati” o persona uscite per ragioni ideologiche. Per quanto la disassociazione sia comminata a disassociati, a dissociati e anche, in alcuni casi e in alcune forme, ad inattivi, il professore relatore della tesi mi ha chiesto di intervistare solo i disassociati. Generalmente coloro che escono per ragioni ideologiche sono spesso considerati invece “dissociati”. Basta infatti una formuletta magica agli anziani per considerare l’individuo “non più TdG” ed evitare il comitato giudiziario. Infatti la persona che ammetta davanti a due anziani di non credere più nel Corpo direttivo (o espressioni analoghe) viene considerato dissociato. Ecco dunque il motivo per cui nel campione in esame non ci sono così tanti disassociati per “apostasia”. L’interesse era quello di intervistare coloro ai quali l’ostracismo era stato comminato da un comitato giudiziario che li aveva disassociati, non individui che si erano dissociati (benché anche questi subiscano il trattamento ostracizzante).

    Seconda curiosità: disassociazione. Non ho pubblicato la tesi pensando ad un’eventuale disassociazione semplicemente perché la mia vita è così ricca e soddisfacente che ho ben altro a cui pensare. Se alcuni “anziani” decideranno di procedere il tal senso, non avrei alcun tipo di problema. Sono sereno, in pace e ho pubblicato la tesi come piccolo contributo ad una causa in cui credo molto. Davvero non saprei che farmene dei giudizi morali di quei signori che si ergono a Signori.

    Un caro saluto a tutti

    Rocco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Freddie Mercury24 luglio 2020 13:36

      Complimenti un ragionamento da “vero signore “😉😉tanti auguri

      Elimina
    2. Complimenti Rocco.
      Buon proseguimento,
      Truman

      Elimina
  20. Quale sarebbe la definizione esatta di una "situazione in cui viene a trovarsi una persona che è costretta CONTRO LA SUA VOLONTÀ a rimanere in una associazione organizzata , e ,
    nel caso ne uscisse continuasse a subire persecuzioni ostracizzanti per indurla a tornare nell'ass./org . a dover sottostare con ubbidiente sottomissione alle sue regole ?

    Il termine appropriato sarebbe :
    • Sequestro di persona?
    • Tenuto in ostaggio?
    • Recluso ?
    • Isolamento con
    restrizione ?
    • Circonvenzione di
    personalità fragili
    emotivamente o
    economicamente ?
    • Schiavo?
    • Prigioniero?
    • Condizionamento
    illecito nella vita di
    un libero cittadino?
    • Cattività?
    • Assoggettare?
    • Asservire?
    • Soggiogare ?
    • Sottomissione
    all'obbedienza?
    • Dominato (ridurre in
    potere proprio o
    altrui)?
    • Abuso illecito?

    Chi si trovasse in queste situazioni cosa dovrebbe fare per liberarsi dall'oppressore?






    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie,
      bravo Eliseo.
      Giusto:
      TORTURA!

      Le regole ostracizzanti di isolamento affettivo e sociale imposte dalla CCTDG/WTBTS ai suoi membri soci aderenti /adepti che decidono di fuoriuscire è una TORTURA .

      La TORTURA psicologica e fisica può indurre a gravi traumi debilitanti alla persona che la subisce, con induzione al suicidio .

      La TORTURA è un reato penale.
      Alle denunce presentate ;
      gli apparati giudiziari costituzionalisti, in collaborazione con il Ministeto della Giustizia devono provvedere di indire una commissione d'inchiesta per appurare i fatti, e proteggere cittadini indifesi e delimitati della loro libertà di libero cittadino, snaturati dei loro diritti umani se decidono di uscire dall'ente morale con finalista religiose dei TDG senza subire coercizione ricatti sotto firma di ostracismo e isolamento sociale.
      In effetti è la strada che il Governo Russo, Australiano, Svizzero , Tedesco e altri stanno percorrendo .

      Elimina
    2. Miamei & Company8 agosto 2020 07:08

      Su YouTube da vedere il video di JWTRUMAN #Testimoni Di Geova# Disassociazione. Eccellente video con una ricerca illuminante, valida, logica, umana , dove si racconta il perché e come vivono i TDG che desiderano fuoriuscire e i fuoriusciti dall'org./ass. WTS/TDGeova.
      Alla fine il video conclude con una magistrale risoluzione , che se ascoltata e applicata dal
      CD/WTS si vivrebbe meglio nel rispetto delle libertà reciproche.

      Sito
      YouTube
      JWTRUMAN
      Testimoni di Geova: l'amorevole pratica dell'ostracismo.

      Buona visione.
      Con affetto saluto tutti coloro che si attivano per sensibilizzare l'opinione pubblica a far conoscere le sofferenze procurate da chi calpesta i diritti della libertà umana.

      Elimina

Posta un commento

Lascia il tuo commento, se lo lasci in modalità anonima ricorda di mettere un nickname :-)