PIMI-POMI-PIMO-POMO


Sembra uno scioglilingua ma è più uno scioglimente.

La lingua, si sa, è estremamente liquida. Questo fenomeno è amplificato dall’iperconnettività facilitata dalla rete.

Anche la nostra condizione interiore è in continua evoluzione. Così nel web si sono sviluppatati degli acronimi che descrivono la condizione in cui un Testimone si trova rispetto all’organizzazione. Gli acronimi sono PIMIPIMOPOMI e POMO.

Alcuni di voi sanno già a cosa si riferiscono.

PIMIPhisically In, Mentally In. Sono i TdG Fisicamente e Mentalmente legati all’Organizzazione. Sono attivi fisicamente, frequentando le adunanze e prendendo parte alle attività “teocratiche”, ma anche mentalmente, essendo decisamente convinti che questa è la Verità e che devono aiutare coloro che stanno annegando nel mare in burrasca di questo mondo,

POMIPhisically Out, Mentally In. Sono coloro che sono fuori fisicamente, forse perché hanno “perso lo zelo” e nel frattempo sono diventati inattivi o perché in seguito ad un comitato giudiziario sono stati disassociati, oppure perché si sono dissociati per dissapori con dei fratelli. Ora però che sono fuori sperano un giorno di tornare perché mentalmente sono ancora In, ovvero dentro, legati all’organizzazione, convinti che comunque questa è la Verità, “gli unici che applicano veramente la Bibbia”, “gli unici che si sforzano sinceramente”, e che comunque nel mondo non c’è niente di buono e niente di meglio.

PIMOPhisically In, Mentally Out. Questa categoria è quella di coloro che sono ancora fisicamente dentro ma che mentalmente si sono distaccati dall’organizzazione. Sono parte dei Consapevoli, dei Risvegliati. Hanno indagato, hanno approfondito, hanno esaminato e hanno capito che questa non è altro che un’organizzazione come un’altra. Nel frattempo però sono ancora fisicamente In, ovvero continuano a prendere parte meccanicamente alle attività “teocratiche”, uscendo il meno possibile in predicazione e magari con i fratelli “giusti” ovvero in uscite poco impegnative. Prendono parte alle adunanze con assennatezza, rendendosi conto delle castronerie insegnate. Alcuni si trovano in questa fase perché reggono ancora la dissonanza, altri perché hanno i parenti dentro e magari cercano di gestire la situazione come possono in attesa di fare piccoli passi per uscirne anche fisicamente.

POMOPhisically Out, Mentally Out. Forse a questo punto è superfluo spiegare questa categoria. Si riferisce a tutti coloro che sono fuori dall’organizzazione sia fisicamente che mentalmente. Hanno smesso di associarsi alle attività promosse dalla WTS e sono sentimentalmente liberi dalle credenze inoculate in loro a suo tempo da mamma organizzazione. Non hanno più paura che arrivi un presunto “armaghedon” a farli fuori perché non sostengono la classe di un fantomatico schiavo. Hanno riacquistato la libertà di pensiero e di azione, si sono finalmente emancipati definitivamente dalla coercizione. Assaporano il gusto non tanto della libertà, quanto quello dell’agire in piena armonia con se stessi, senza conflitti, senza distonia, senza dissonanze. Fisicamente fuori può significare inattivi, disassociati, dissociati, ma la sostanza non cambia: liberi.

A questo punto, voi cosa siete?

PIMI, POMI, PIMO o POMO?  ;-P

Un abbraccio affettuoso,

Eliseo

Commenti

  1. Un esercito troppo diviso, prima 20 anni fa remavano tutti nella stessa direzione. Franco

    RispondiElimina
  2. PIMO

    perché ci sono di mezzo interessi economici. Il mio obiettivo è l'inattività dovrei raggiungerlo entro il 2020.

    RispondiElimina
  3. PIMO

    solo perché non voglio perdere i miei genitori. Solo per questo.
    Layne

    RispondiElimina
  4. Sono felicemente POMO dopo essere passato gradualmente per PIMO. Strategia vincente e indolore.

    RispondiElimina
  5. Laine cosa dici!!!! Se no ti saluterebbero più, vuol dire che non sono genitori. Punto e basta non continuare a giustificare cel hai una dignità? Sandrino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @sandrino non è proprio così, i genitori soffrono nell’ostracizzare i figli, ma lo fanno perché credono che sia Dio stesso a chiederlo loro. La dinamica è più complessa del semplice “se mi amano non mi ostracizzano”, dal loro punto di vista è proprio per amore che lo fanno. La cosa assurda è che tutti soffrono: gli ostracizzati e gli ostracizzanti, le vittime e le vittime di vittime.
      Al momento godono solo quelli del CD di tutto questo
      Un abbraccio

      Elimina
  6. POMO , dopo tutte le schifezze scoperte grazie ai vari blog e poi facendo ricerche approfondite e seguendo vari youtuber , leggendo il libro crisi di coscienza ho avuto il rigetto e dopo 35 anni attiva e mai irregolare in tutti quegli anni , sono inattiva da 3 anni , risvegliando mio marito , mia figlia e un'altro membro della famiglia , tutti POMO ! Ringrazio anche tutti voi che mi avete aiutato in questo difficile percorso

    RispondiElimina
  7. Quello dei Tdg dissidenti in incognito credo sia un fenomeno nuovo. Secondo voi quanto effettivamente questi nuovi blog stanno facilitando le uscite dalla regione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moltissimo Anonimo, il Web 2.0, quello fatto di blog, forum e social network, in cui c’è rete tra individui e scambi di informazioni con possibilità prima impensabili, sta massacrando la Watchtower. Tanto è vero che ha “assunto” degli hunters che vanno alla ricerca di blog come questi per vedere cosa postano e se possono metterli a tacere, come stanno provando a fare con il canale exjw di Reddit.

      Elimina
    2. La comunicazione è tutto. Lo scambio di informazioni è una sorta di rivoluzione in una comunità chiusa e controllata, stiamo assistendo a un fenomeno del tutto nuovo e inaspettato dalle gerarchie wt

      Elimina
  8. Nome di città11 giugno 2019 08:19

    PIMO per vari motivi. Ma è snervante e stancante perché mi piace essere autentica e questo mi porta a dei conflitti interiori, senza parlare dell’ansia. Vorrei solo essere amata per quello che sono non per quello che appaio. Da sempre mi chiedo se essere testimone di Geova equivalga a vivere con una maschera. La persona che è di fronte a me chi è veramente? Solo uno che vuole sindacare sulla mia fede o un amico vero? Spero di essermi spiegata bene. Un abbraccio a tutti.
    (Più che altro mi sento un insieme di tutte queste categorie 😂)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti vogliamo bene per quello che sei @Nomedicittà 🤗 quando non ce la farai più a reggere lo sforzo immane che stai facendo, sicuramente capirai come agire nel modo più saggio per la tua situazione
      Aggiornaci!
      Un abbraccio

      Elimina
    2. E se proprio ti senti sola , quici siamo noi, con vissuti simili, pronti a volerti bene x quello che sei, non per il luogo dove preghi.

      Elimina
    3. Ciao Nome di città anche io sono stato come te un PIMO e ho passato la tua stessa situazione frustrante per quasi due anni, poi sono andato in tilt, era impossibile continuare ad andare in sala e in servizio senza crederci più perché l’ansia e lo stress mi logoravano. Allora ho pensato a una buona scusa per farmi lasciare in pace per qualche mese e di colpo da un giorno all’altro non sono andato più, certo mettendo altri in confusione perché ero uno che tirava e incoraggiava gli altri. Per ora dico che è un momento difficile e che appena passa torno ma so che non è vero e ora sono 4 mesi che sono fuori completamente. Sono rinato, mi sento libero. Stress e ansia spariti d8 colpo. Certo mi dispiace perché i miei cari non capiscono e non posso dirgli la verità ma intanto mi salutano e poi se ne faranno una ragione. Ogni giorno in più che resti dentro è un giorno sprecato. Prendi coraggio. Siamo con te.

      Elimina
  9. PIMI, poi PIMO e finalmente POMO. Mai POMI per fortuna. Purtroppo però la categoria più grande (a parte i PIMI) potrebbe essere quella dei POMI. Quanta gente è uscita nel corso degli anni per immoralità o altre peccati vari senza mai rientrare ma che infondo è convinta che questa è la verità? È veramente triste a pensarci. Qua parliamo di centinaia di migliaia di persone ancora mentalmente schiave della società.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra le tante esperienze che sto avendo in questo periodo, ci sono quelle relative a diversi POMI che grazie a queste informazioni stanno prendendo consapevolezza

      Elimina
    2. Questa è una buona notizia 😀

      Elimina
  10. POMO for ever.
    Quando hai iniziato a volare,niente ti può fermare.

    RispondiElimina
  11. Come il motivetto dei mondiali PO-PO-PO-PO-PO-POOOO-MOO! PO-PO-PO-PO-PO-POOOO-MOO!

    RispondiElimina
  12. POMO, ma come molti ci sono arrivato gradualmente ... dopo diversi anni di ricerche (anche prima di internet) ad un certo punto non ce l'ho più fatta e ho smesso di frequentare le adunanze circa 8 anni fa, stanco di sentire certi discorsi e pubblicazioni dove è evidente la disonestà intellettuale ... è stata dura pensare di essere abbandonato da tutti gli amici, questo mi ha fatto soffrire molto ... così al momento rimango inattivo ma POMO ... nel frattempo diversi amici che avevo paura di perdere in realtà sono usciti pure loro e così ho cominciato a condividere con alcuni le informazioni che ho imparato in questi anni oltre che qua nel web

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fuori dal "mondo" dell'org. dei TdG c'è il nostro amato prossimo dove ci sono sincere e brave persone , che possiamo scegliere e decidere di averle come amicizie che possono arricchire la nostra vita.
      Le amicizie si scelgono non si impongono come usa fare l'org. dei TdG per i propri interessi, ciò è dimostrato che da un annuncio di dissassociazione le amicizie sono di colpo cessate per volontà delle regole della WTS-JW=CD dei TdG .

      Elimina
  13. Serenamente POMO , con la preziosa libertà di decidere io come organizzarmi e vivere la mia vita .
    La sensazione è come toglierti da dosso una tensione a cui si è sottoposti continuamente per soddisfare un programma di vita e imposizioni mentali che non ce la facevo più a sostenere .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È così Miamei, si diventa POMO proprio quando la tensione diventa insopportabile

      Elimina
    2. Esatto? Troppa la tensione che si vive per conformarsi ai precetti del CD. Lì dentro la tua personalità viene annullata. Ti senti persona finta che non può gestire la propria vita come gli pare, ovviamente nel rispetto del prossimo e della legge. Ricordo a tutti le parole di Cristo ai Farisei: "Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei. Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno. Legano infatti pesanti fardelli e li pongono sulle spalle, ma loro non vogliono muoverli neanche con un dito". Il Pomo è uno che si è liberato da quel fardello.

      Elimina
  14. W la pappa pappa col po..po...po....POMOdoro 🎶w di essere LIBERA!!!!!

    RispondiElimina
  15. Io sono un POMO... d'Adamo!

    RispondiElimina
  16. Io sono pomo felicemente da 4anni dopo 30 anni mia moglie e miei figli tra il primo e il pomo vanno solo qualche volta io spero vivamente che diventino pomo alla faccia di tutti gli anziani che volevano solo che mia figlia non andasse all'università per fortuna si è laureata che religione ridicolaridicola

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia il tuo commento, se lo lasci in modalità anonima ricorda di mettere un nickname :-)