WTS E PEDOFILIA NEGLI U.S.A.


Proprio come fatto per l’Australia, ho deciso di riassumere in un unico post gli avvenimenti legati ai casi di pedofilia nella Watchtower negli Stati Uniti d’America. 
Nel 2007, durante un processo nella corte di Napa, in California, contro la Watchtower Society, gli avvocati delle vittime convinsero la corte che il "privilegio ecclesiastico" (o segreto confessionale) non sostituisce l'obbligo legale del clero di denunciare gli abusi sessuali su minori alle autorità secolari. La WTS pagò una somma non dichiarata senza ammettere il reato in un accordo extragiudiziale con 16 vittime anonime di abusi sessuali.
Secondo i documenti del tribunale ottenuti da NBC News, ad una sola delle sedici vittime è stato assegnato un risarcimento di oltre 780mila dollari. (https://m.youtube.com/watch?v=QLAC9kS_EqM
Il giornale Press-Enterprise riportò nel 2008 che gli anziani citati in giudizio rifiutarono di testimoniare contro gli accusati pentiti, appellandosi alla riservatezza del segreto confessionale. Tuttavia gli anziani non obiettarono nuovamente a testimoniare una volta che la corte trovò che il privilegio non si applicava in quel caso.
Nel giugno 2012 la Corte Suprema di Alameda , in California , ordinò alla WTS di pagare 21 milioni di dollari in danni punitivi, oltre a 7 milioni di danni compensativi, ritenendo che la politica della Società di non divulgare la vicenda dell’abuso di un membro ai genitori nella congregazione e di non denunciare abusi alle autorità, aveva contribuito a far perpetrare degli abusi sessuali su di una bambina di nove anni. Si tratta del noto caso Candace Conti.
La corte ritenne che gli anziani della congregazione, seguendo le politiche della WTS, avevano contribuito all'abuso. Sostenne che gli anziani, in qualità di agenti della WTS, non avevano rivelato agli altri genitori la confessione del molestatore che aveva toccato in modo inappropriato la sua figliastra. Sulla base del rapporto, tra danni compensatori e punitivi, il tribunale ha successivamente ridotto la responsabilità totale della WTS a 10 milioni di dollari.
Gli avvocati per la Società hanno impugnato la sentenza, definendo la decisione "senza precedenti" e negando la responsabilità per gli abusi. 
Nell'aprile 2015, il tribunale di appello ha annullato i danni punitivi, constatando che la congregazione non aveva il dovere di avvertire i genitori o i membri circa i reati commessi da altri membri. Tuttavia, la corte ha concluso che la WTS era stata negligente nel prevenire gli abusi e ha confermato la decisione del tribunale di primo grado sui danni compensativi pari a 2,8 milioni di dollari, a carico della WTS e della congregazione. La WTS ha presentato appello contro il verdetto di negligenza alla corte suprema della California e il caso è stato risolto per un importo non dichiarato durante l'appello, in via (indovinate un po’...) extragiudiziale.
Nell'ottobre 2014, a San Diego (California), è stato ascoltato un caso sull'abuso sessuale di Jose Lopez da parte di Gonzalo Campos. Gli anziani testimoni sapevano che Campos aveva confessato l'abuso di almeno un altro bambino nel 1982, ma nel 1986 raccomandarono Campos come insegnante di Lopez. Campos si trasferì in un'altra congregazione nel 1987 e divenne un anziano nel 1993
Successivamente Campos confessò di aver abusato di almeno otto bambini tra il 1982 e il 1995, e successivamente fuggì in Messico. Campos fu successivamente disassociato nel 1995. Per non aver protetto Lopez da un noto autore del reato e per il successivo rifiuto di cooperare con il tribunale, la WTS fu condannata a pagare alla vittima 13,5 milioni di dollari. In quella occasione, venne convocato in tribunale il membro del Corpo Direttivo, Gerrit Lösch, definito dalla corte uno degli amministratori della WTS, e fu chiesto di produrre una serie di documenti. Nessuna richiesta fu rispettata nonostante l’asserzione da parte della WTS di rispettare le leggi di “Cesare”.
La Società Torre di Guardia fece appello alla sentenza. Il tribunale di appello annullò la sentenza, garantendo che sanzioni minori potessero costringere la WTS a conformarsi ai requisiti della corte. Mentre la controversia sulla scoperta dei documenti era ancora in corso, il caso fu risolto in viaextragiudiziale nel gennaio 2018. 
Risolvere i casi in via extragiudiziale permette alla WTS di impedire che la vittima renda pubblico l’importo della cifra pattuita.
In un caso a parte che coinvolse un'altra vittima di Gonzalo Campos, la WTS produsse copie redatte di documenti relativi ad abusi sessuali su minori. negli Stati Uniti dal 1997 al 2001. La WTS ha affermato di non avere accesso a documenti più recenti detenuti dalla congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova, una filiale separata della WTS. Il tribunale ha sanzionato la WTS 4000 al giorno, per ogni giorno in cui non ha presentato i documenti. 
La WTS ha presentato appello senza successo contro la sentenza, e la corte d'appello ha ordinato alla WTS di pagare multe (48mila dollari al momento dell'appello) e di sottoporsi all'ingiunzione del tribunale. Il caso fu risolto in via (indovinate un po’...) extragiudiziale nel febbraio 2018.
Nel 2015, un'altra corte giudiziaria della California mise in default la WTS e ordinò che pagasse alla vittima 4 milioni di dollari, dopo aver rifiutato di produrre documenti. La WTS successivamente si offrì di produrre documenti e fece appello contro la decisione, ma perse l'appello. Lo studio legale che rappresenta queste cause ha presentato casi simili in Connecticut, Vermont, California, Oregon e New Mexico.
Nel 2016, il procuratore generale del Delaware ha citato in giudizio la WTS sostenendo che gli anziani non hanno denunciato una relazione sessuale illecita tra una donna di 35 anni e un ragazzo di 14 anni, entrambi disassociati dagli anziani. La corte ha stabilito che mentre la comunicazione tra il perpetratore adulto e gli anziani era protetta dal privilegio confessionale, la comunicazione relativa al minore non lo era. La WTS raggiunse un accordo con lo stato, pagando 19.500 dollari di multesenza ammettere la colpa o la responsabilità. Gli anziani avrebbero poi dovuto partecipare ad un programma di formazione fornito dallo Stato del Delaware.
Nel 2018, una giuria di Thompson Falls, nel Montana, ha assegnato ad una vittima di abusi sessuali 35 milioni di dollari, sostenendo che la chiesa dei Testimoni di Geova non è riuscita a proteggerla. Il caso si incentrava sulla "regola dei due testimoni" e sul fallimento degli anziani della congregazione di denunciare le informazioni alle autorità secolari. Le prove furono fornite alla corte per dimostrare che la WTS e le corporazioni associate sapevano dell'abuso e agivano con malizia per la loro incapacità di proteggere le vittime. La WTS ha sostenuto che gli anziani non avevano alcun obbligo legale di denunciare casi di abuso in Montana e hanno appellato la sentenza. (CLICCA QUI PER IL POST SPECIFICO)
Il 22 marzo 2019 è uscito sull’Atlantic un articolo destinato a ribaltare definitivamente il mondo WTS. Si tratta di un’indagine durata oltre un anno. La WTS nel 1997 aveva inoltrato un questionario a quasi 11mila sale del Regno nei soli Stati Uniti, alla ricerca di informazioni circa i casi di pedofilia trattati e noti fon da allora nelle congregazioni americane. Questo ha portato alla creazione di un database segreto di un numero di pedofili all’interno dei Testimoni di Geova nei soli Stati Uniti che si aggira dai 18mila ai 23mila. (CLICCA PER L’ARTICOLO)
Non si può infine non fare menzione di una donna che ha speso la sua intera (seconda) vita per portare alla luce tutto questo: Barbara Anderson. Dopo aver speso anni nel Reparto Scrittori del Corpo Direttivo, fu proprio la questione della mal gestione dei casi di pedofilia ad aprirle gli occhi. (CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ)
Attendiamo gli sviluppi degli altri casi e delle indagini federali.

Commenti

  1. Neanche una di questa notizia ho sentito anche di sfuggita sui telegiornali italiani, che maledetti però domenica vonno er voto!!!!

    RispondiElimina
  2. Ex anziano......riflessivo21 maggio 2019 03:21

    Da questa minuziosa esposizione dei fatti, si evince un dato inequivocabile: la wt ha finora risarcito vittime di abusi e pagato ammende per diverse DECINE DI MILIONI DI DOLLARI.
    Personalmente penso che non possono attingere solo dalle contribuzioni a livello mondiale, la wt deve per forza di cose avere altre "entrate", basta pensare alle mega spese per la nuova sede mondiale, spese per la gestione dei soccorsi ed altro. Ciò che escluderei sono le voci circa "l'affiliazione" che la medesima ha con aziende produttrici di materiale bellico e tabacchi.
    Qualcuno può darmi chiarimenti al riguardo?
    Grazie

    RispondiElimina
  3. Io non escluderei le contribuzioni mensili automatiche, Ex anziano... quelle stabilite tramite risoluzione post circolare del 29/03/2014, che se un dato mese non bastano, viene prelevato il mancante dal conto corrente e poi risanata la cifra il mese successivo. Facciamo un esempio, ci sono cira 120000 congregazioni nel mondo, se tutte in media inviano 100 euro ogni mese fa 12 milioni di euro. Per le congregazioni che hanno (o avevano) da restituire il prestito, di sicuro (come è stato suggerito agli anziani) la cifra inviata è superiore ai 100 euro, sine die. Che è poi una cifra fatta per esempio, io non so quanto viene inviato ogni mese in media.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno (se non chi sta in alcuni ruoli chiave a Warwick) conosce esattamente le entrate e le uscite annuali della WTS. La politica dell’org è assolutamente il contrario della trasparenza in questo ambito. Possiamo però avere alcuni dati che ci aiutano a farci un’idea.

      A livello locale, alcune congregazioni in Italia contribuiscono ben oltre i MILLE euro al mese.
      Oltre a queste contribuzioni, pensate ai lasciti testamentari, alle polizze assicurative, al cinque per mille e agli introiti provenienti dalle vendite delle Sale del Regno, dove si realizzano surplus trasformando la manodopera gratuita in cash.

      Recentemente una fonte più che accurata ha rivelato che un fratello negli Stati Uniti ha smesso di contribuire dopo avere udito degli scandali della pedofilia. Fino ad allora, la sua contribuzione annua era di 1milione di dollari.

      Evidentemente quindi, ci sono molte più contribuzioni di quelle che immaginiamo. Ci sono poi investimenti in fondi speculativi (come i 500 milioni di dollari alle Cayman, per esempio) e con queste cifre stratosferiche gli interessi sono notevoli.

      È pur vero che dall’altra parte le spese sono sempre più insostenibili, ne è prova il fatto che si riduce tutto: non si stampa quasi più nulla, si vendono sale del Regno e sale assemblee, si riducono o si chiudono le Betel.

      Eccovi un link che riporta alcuni dati https://www.watchtowerlies.com/the_watchtower_revenue.html

      Elimina
    2. Ex anziano.....riflessivo21 maggio 2019 13:39

      Che dire..... Grazie per le Vs preziose ed accurate risposte.
      Vogliate perdonarmi per il "fuori tema" che ho riportato, ma nello stesso tempo Vogliate gradire i miei SINCERI ringraziamenti per il tempo che dedicate a far luce su temi come questo!!!

      Elimina
  4. Dati forniti da fonte extra affidabile betelita: la WTS ogni anno solo per l’Italia ha spese per 40 milioni di euro per gestione e manutenzione sale, sale assemblee, filiale e membri nel servizio speciale (beteliti, pionieri speciali, sorveglianti, etc.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere Samgar, e se è così significa che il giocattolo si è rotto, perchè pare che negli anni '90 avanzassero contribuzioni tanto da doverle investire in azioni e finanziarie, cosa che avrebbe poi creato lo scompiglio in Betel italiana con l'arrivo della gestione americana. Ho dimenticato di dire che a maggio 2014 era arrivata un altra circolare interna dove si "suggeriva" agli anziani di lasciare in cassa della congregazione solo il necessario per tre mesi di spese di gestione, e l'eccedenza andava inviata alla sede centrale. Per alcune sale che stavano risparmiando in vista di lavori o di costruzione, o che avevano ricevuto lasciti o donazioni locali, si è tradotto dell'invio di decine di migliaia di euro.

      Elimina
  5. Sono fesserie ognuno va avanti da solo la wts era una cada editrice le spese sono a carico di ogni paese. Per intenderci vuoi sopravvivere trovati i soldi , ti può mantenere o p. Regolari bene sennò mandali a casa hai volontari no peggio per te. Guarda Bologna pensate che i soldi li mette wts ma sai Warwick come mai e terminata!!!!! Sandro

    RispondiElimina
  6. Le sale le mantengono i fratelli altro che wts ma da chi le prende queste informazioni mammona prende solo il lavoro per tenere tutto bello e pulito e degli altri

    RispondiElimina
  7. Ciao Eliseo. Per caso hai altri link riguardo al primo caso( quello di Napa, California) oltre a quello già postato? Grazie

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia il tuo commento, se lo lasci in modalità anonima ricorda di mettere un nickname :-)