PENTECOSTE E SPIRITO SANTO: CENTOVENTI O DOCICI?

(By Sandra)

Lo Spirito Santo scese davvero su 120 persone?

Indipendentemente dalla religione professata, TUTTI credono che alla Pentecoste, lo Spirito Santo in forma di lingue di fuoco, scese su circa 120 persone, tra cui gli apostoli, uomini e donne.

La scrittura che dà addito a questa credenza, è Atti 1:14, 15  che dice: 

"Di comune accordo tutti questi perseveravano nella preghiera, insieme ad alcune donne e a Maria madre di Gesù e ai fratelli di lui. Ora in quei giorni Pietro si alzó in mezzo ai fratelli. Il numero delle persone radunate era di circa 120."

Ora bisogna analizzare bene il testo per capire cosa realmente accadde.

Erano davvero 120?

Interessante notare come varie bibbie, usano mettere un sottotitolo e a cosa si riferiscono i versetti ogni volta che si cambia argomento oppure giorno, in maniera cronologica, e questo durante tutta la lettura del testo biblico.
La TNM invece usa mettere una soprascritta in cima.

In questo caso la suddivisione é la seguente:
L’ascensione di Gesù: 1:3-14.

Elezione del dodicesimo apostolo: 1:15-25

La prima comunitá, la Pentecoste e il discorso di Pietro: Cap 2.

Cosa accadde poco prima dell’ascensione di Gesù?

Il versetto 2 del capitolo 1 dice:  " Dopo aver dato ISTRUZIONE AGLI APOSTOLI CHE SI ERA SCELTI nello spirito santo, egli fu assunto in cielo."

QUALI ISTRUZIONI?

Atti 1:4, 5 dice:
Mentre era radunato CON LORO  diede loro [questi] ordini: Non vi allontanate da Gerusalemme, ma continuate ad aspettare ciò che il Padre ha promesso, di cui AVETE udito da me. Poiché Giovanni, in realtà battezzò con acqua, ma VOI sarete battezzati NELLO SPIRITO SANTO FRA NON MOLTI GIORNI.

La Cei riporta: 
"Mentre si trovava a tavola CON ESSI, ORDINÓ LORO DI NON ALLONTANARSI  da Gerusalemme, ma di attendere che si adempisse la promessa del Padre quella che VOI udiste da me; Giovanni ha battezzato con acqua, VOI invece sarete battezzati in spirito santo, tra non molti giorni."

Versetto 8:  "ma riceverete potenza quando lo spirito santo sará arrivato su di VOI, e mi sarete testimoni in Gerulamme e in tutta la Giudea..." 

La CEI riporta: "avrete forza dallo spirito santo che scenderà  SU DI VOI e MI SARETE TESTIMONI a Gerusalemme..."

Dunque l’ordine che GLI (undici) APOSTOLI ricevono, è di non allontanarsi da Gerusalemme e di attendere lo Spirito promesso.

Cosa fanno dopo l’ascensione di Cristo?

12-14:  "ALLORA ritornarono a Gerusalemme dal monte detto degli ulivi, che é vicino a Gerusalemme quanto il cammino permesso in un sabato ( una giornata).
Entrati in citta salirono al piano superiore dove abitavano.
C’erano Pietro e Giovanni, Giacomo e Andrea, Filippo e Tommaso, Bartolomeo e Matteo, Giacomo di Alfeo e Simone lo zelante e Giuda di Giacomo. (Dunque in undici) 
Tutti questi erano assidui e concordi nella preghiera, insieme ad alcune donne e con Maria, la madre di Gesu e con i fratelli di lui". CEI.

Quando é che stanno in compagnia tra di loro insieme anche ad alcune donne? Dopo aver visto Cristo ascendere ai cieli.

Ora si passa ad un altro avvenimento.
La scelta dell’apostolo che avrebbe sostituito Giuda.

Il  cap 1 da 15 in poi spiega il motivo. Noi ci soffermeremo sul fatto che pare si rivolga solo ad un uditorio maschile. : "Ora, in quei giorni Pietro si alzò in mezzo ai FRATELLI e disse (la folla di persone era nell insieme di circa 120): 
UOMINI, FRATELLI, era necessario....
22 UNO DI QUESTI UOMINI divenga con noi testimone della sua risurrezione.
26 le sorti caddero su Mattia che fu annoverato con gli undici apostoli.

Dunque dal versetto 15 al 26 si descrive il raduno fra apostoli e uomini fedeli per la scelta del 12° apostolo. Nessun accenno a qualche donna.

Cap 2
Pentecoste
Discorso di Pietro. 

2:1 Mentre era in corso il giorno della festa di pentecoste, erano tutti insieme nello stesso luogo...
(quale giorno? Quello stesso in cui fu scelto Mattia e dunque in 120 o un giorno diverso, cioé la pentecoste?
Il sottotitolo indica un giorno nuovo e un nuovo avvenimento in ordine cronologico).
Venne all improvviso dal cielo un rumore, come quello di una forte brezza, e riempí tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si distribuirono posandosi una su ciascuno di loro e furono tutti pieni di spirito santo e cominciarono a parlare in lingue.
Si trovavano allora in Gerusalemme, Giudei osservanti di ogni nazione...
Udito quel fragore, la folla si radunó e rimase sbigottita perchè ciascuno li sentiva parlare la propria lingua. Stupefatti chiedono: costoro che parlano non sono TUTTI GALILEI? ............... stupiti e perplessi chiedono: cosa significa questo? Altri invece li deridevano dicendo: "si sono ubriacati di mosto"
ALLORA PIETRO, LEVATOSI IN PIEDI CON GLI 11( non 120) parló a voce alta cosi:
Questi uomini non sono ubriachi, poiché é la terza ora del giorno, ma sta accadendo ció che predisse il profeta Gioele:
Negli ultimi giorni, dice il Signore, io effenderó il mio spirito sopra ogni persona, i vostri figli e vostre figlie profeteranno, i vostri giovani avranno visioni e i vostri anziani faranno dei sogni.
E anche sui miei servi e serve effonderò il mio spirito ed essi profeteranno.
Faró prodigi in alto nel cielo e segni in basso sulla terra, sangue fuoco e nuvole di fumo.
Il sole si muterá in tenebra e la luna in sangue prima che venga il giorno del Signore. Giorno grande e illustre giorno di Geova.
Allora chiunque invocherá il nome di Geova sarà salvato.
( ciò che fu predetto da Gioele, non si adempí completamente ai giorni degli apostoli. Nessun scrittore biblico ha mai raccontato di sangue fuoco e nuvole di fumo, ne sole in tenebre e luna in sangue)
Dopo aver ricevuto dal Padre lo spirito santo che egli aveva promesso, lo ha effuso come voi stessi potete vedere e udire.
All'udir tutto questo si sentirono trafiggere il cuore e dissero a PIETRO E AGLI APOSTOLI: che cosa dobbiamo fare fratelli?
Pietro disse: pentitevi e battezzatevi nel nome di Cristo per la remissione dei vostri peccati, DOPO riceverete il dono dello spirito santo. ( La profezia di Gioele da quel momento poteva iniziare ad adempiersi)
Per voi infatti é la promessa e per i vostri figli e per tutti quelli che sono lontani, quanti Geova nostro Dio chiami a sè....quel giorno si unirono tremila persone.
 un senso di timore era in tutti, e PRODIGI E SEGNI AVVENIVANO PER OPERA DEGLI APOSTOLI. 

Cap 4:  PIETRO E GIOVANNI vengono arrestati e interrogati per aver guarito un uomo infermo e perché annunciavano Cristo risorto.
Rimessi in libertà, vanno dai loro fratelli e raccontano quanto avvenuto.
Chiedono al Signore di volgere lo sguardo alle loro minacce, e concedere ai suoi servi di annunciare con franchezza la sua parola. Stendi la mano affinché si compiano guarigioni, miracoli e prodigi nel nome di Cristo. Quand' ebbero terminato la preghiera, il luogo in cui erano radunati tremó, e TUTTI FURONO PIENI DI SPIRITO SANTO..
( Qui é evidente che non erano solo i 12. Su tutti scende lo spirito santo  ma non dice che fu in lingue di fuoco)

Cap 5: 12 " molti miracoli e prodigi avvenivano fra il popolo PER OPERA DEGLI APOSTOLI.
Portavano gli ammalati nelle piazze affinché l'ombra di PIETRO passando li guarisse. E tutti venivano guariti. Il sommo sacerdote chiede loro perché non hanno smesso di insegnare come loro avevano comandato.
29 rispose PIETRO INSIEME AGLI APOSTOLI: bisogna ubbidire a Dio quale governante anziché agli uomini.
Chiamati gli APOSTOLI li fecero fustigare ( se anche altri compivano miracoli, e insegnavano, perche vengono fustigati solo i 12 ? )

Cap 6 PRIMA ESPANSIONE DEL VANGELO

Gli apostoli chiedono ai discepoli, di scegliere 7 uomini di buona reputazione , pieni di spirito e saggezza per affidare loro l incarico di provvedere alle vedove.
Vengono scelti, Stefano uomo pieno di fede e spirito, Filippo, Procoro, Nicanore, Timone, Parmenas, e Nicola.
Li presentarono quindi agli apostoli, i quali dopo aver pregato, imposero loro le mani.
( qui per la prima volta si legge dell imposizione delle mani su uomini di fede. Stefano é il primo di cui si parla a seguito dell imposizione delle mani, a compiere miracoli. Nessuno che riceveva dagli apostoli questo dono, poteva trasmetterlo.)

8 Stefano intanto, pieno di grazia e di POTENZA faceva grandi prodigi e miracoli tra il popolo.

Cap 8: 6 Filippo compie miracoli. (Da non confondere con l’apostolo.)

14-17 Gli apostoli seppero che Samaria aveva accolto la parola di Dio, e inviarono Pietro e Giovanni.
Essi pregano per loro affinché ricevessero  lo spirito santo. Non era infatti sceso sopra nessuno di loro. Solo battezzati nel nome del Signore.
Allora imponevano loro le mani e quelli ricevevano lo spirito santo.

Cap 10:44 mentre Pietro stava ancora parlando a Cornelio e la sua famiglia, lo spirito scese sopra tutti coloro che ascoltavano il discorso. E i fedeli circoncisi, che erano venuti con Pietro, si meravigliarono che anche sopra i pagani si effondesse il dono dello spirito santo. 
Li sentivano infatti parlare in lingue e glirificare Dio. ( unico caso in cui lo spirito scese ancora prima del battesimo. Ma mai in forma di lingue di fuoco).

Cap 11: 6  a seguito di ció, Pietro ricorda la parola del Signore.
Giovanni battezzó con acqua. Voi invece sarete battezzati in spirito santo.

27 alcuni PROFETI scesero ad Antiochia da Gerusalemme. Agabo annuncia una grande carestia.

Riepilogo

Lo spirito santo sotto forma di lingue di fuoco scese solo sui 12 (?)

La profezia di Giole si avvera in parte, incominciando dalla pentecoste.
Con l inizio dell imposizione delle mani, si trasmettono doni di guarigione anche sui discepoli.

Nel susseguirsi dei capitoli si parla poi anche di profeti.

In effetti il libro si chiama ATTI DEGLI APOSTOLI, proprio perché incentrato sui LORO atti. 

In realtà la nostra fede in Dio e in Cristo non cambia sostanza se anche lo spirito scese sui 120.

Ma é bello scavare nella Parola di Dio, per capire come davvero stanno le cose. 
Se non si fosse indagato, crederemo ancora all immortalità dell'anima, trinità, inferno e quant'altro.

Questo studio conferma come in effetti il ruolo degli Apostoli sia stato unico. 

Il patto per un regno affinché siedano sui 12 troni per giudicare le 12 tribú d Israele é fatto con loro.

Loro vengono descritti in Rivelazione 21:14 " E il muro della città aveva 12 pietre di fondamento, e su di esse i dodici nomi dei 12 apostoli dell Agnello."

Non sorprenderebbe se anche lo spirito promesso fosse davvero sceso solo sui 12 apostoli.

Sandra

Commenti

  1. Caro Eliseo, ti ringrazio di aver pubblicato questa ricerca, che tempo fa era stata già pubblicata su un forum di Osservatore.
    Devo dire che non entro più in nessun blog da molti molti mesi per vari motivi.
    E per vari versi questo mi ha aiutato a staccarmi ancora più dal mondo jw.

    Ti faccio i complimenti per questo tuo blog che trovo interessante, al punto tale che mi é ritornata la voglia di commentare nonostante il mio poco tempo.

    Grazie ancora e buona serata a tutti i partecipanti conosciuti e non.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te, cara Sandra! Continua con le tue ricerche e rendici partecipi :)

      Elimina
  2. Libero Pensatore1 dicembre 2018 23:50

    Bentornata, Sandra. Ricerca interessante, ma non arrivo alle stesse conclusioni. Il punto chiave è in Atti 2:1.
    "Tutti insieme..." chi? Sostanzialmente si era formata la prima congregazione cristiana che era già una comunità, si stava insieme, si pregava, si consumavano pasti in comunione, si ricordavano le parole del Signore e questo rafforzava la fede. La congregazione, tutti insieme, fu coinvolta nella scelta del dodicesimo apostolo, una decisione molto importante. Non si vede per quale motivo alla Pentecoste i 12 abbiano organizzato una riunione ristretta escludendo gli altri discepoli, come le riunioni ristrette e "segretissime" del CD odierno. Ma Atti 2:1 dice "tutti insieme" e l'espressione è inclusiva e appare in continuità con la precedente riunione dove fu scelto Mattia. Il giorno è diverso, in effetti, ma il gruppo che si raduna non lo è. Luca non avrebbe avuto difficoltà a dire che "i dodici si riunirono" come fa in altre parti del racconto dove cita espressamente i dodici. Che poi siano stati i dodici nel giorno della pentecoste a iniziare l'opera di predicazione e non gli altri discepoli era più che opportuno, perché erano stati sempre Gesù ed erano conosciuti dalle folle e dai capi religiosi, quindi non è nulla di strano che presero loro l'iniziativa.
    Semmai trovo la ricerca interessante perché dimostra che i dodici (e non un fantomatico "corpo direttivo" fatto anche di altri anziani...) avevano un autorità conferita loro direttamente da Cristo. Altri poi furono annoverati tra gli apostoli, come Paolo,a il "corpo apostolico" era rispettato e la loro autorità era riconosciuta, anche se non me abusarono mai.

    RispondiElimina
  3. Ciao Libero Pensatore. Che dirti, non arrivare alle stesse conclusioni credo sia umano. Capisco su cosa basi la tua osservazione.
    E potresti anche avere ragione. A me ha colpito il fatto che Cristo quando parla dello spirito santo che sarebbe arrivato, si trova sempre e solo con gli 11. E stranamente anche le opere che compiono sono imputate sempre a loro. Con l imposizione delle mani questi poteri vengono trasmessi anche agli altri. Se lo spirito santo agí su tutti i 120, dando uguali poteri, perché imporre le mani?
    Cmq a parte questo, la tua osservazione finale mi é piaciuta molto.
    Direi che prendendo a modello il modo di fare di Dio nel passato, é evidente che chi viene investito veramente dallo spirito di Dio, ne dà prova in modo inconfutabile.
    Prove che io oggi non vedo proprio.
    Per contro, tutti si sentono invece sotto l ala protettrice di Dio, pretendendo di essere " unici" depositari della verità. Se si sentono felici così per me va bene. Personalmente preferisco vedere fatti evidenti e incontestabili. Dunque non appoggio nessuno che si prenda un autorità non conferita da Dio ma da se stessi. 😊



    RispondiElimina
  4. Libero Pensatore6 dicembre 2018 22:30

    Vero che Gesù preannuncia il battesimo con lo spirito santo ai soli apostoli, ma poteva essere una "informazione riservata" da non dare ad altri in quel momento. Una cosa sono i poteri miracolosi, che gli apostoli avevano già (Marco 6:7-13), altra cosa è il battesimo nello spirito santo riservato alla congregazione, che a quanto si legge veniva accompagnato da una manifestazione visibile (almeno la prima volta che veniva versato). Paolo in 1 Corinti 12:1-11 parla di una varietà di doni che non avevano bisogno di una imposizione delle mani su ciascuno che li manifestava. Quest'ultima riguardava coloro che venivano incaricati con anziani o diaconi e può darsi che da quel momento lo spirito concedeva loro due doni particolari, quello della "conoscenza", dovendo dedicarsi all'insegnamento, e quello delle guarigioni (Giacomo 5:14,15).
    A presto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Lascia il tuo commento, se lo lasci in modalità anonima ricorda di mettere un nickname :-)